"L'Arno oggi per i fiorentini e la città"

dal 12 al 20 novembre 2016

Il logo GFiGcon il patrocinio del Comune di Firenze, della Commissione Cultura e del Quartiere 1, in occasione del 50° anniversario dell'alluvione di Firenze (1966-2016), è lieto di invitarvi alla mostra fotografica dal titolo:

 

50° Anniversario dell'alluvione di Firenze 1966-2016

"L'Arno oggi, per i fiorentini e la città"

 

che si terrà dal 12 al 20 novembre 2016 presso:

Sala Ex Leopoldine - p.zza T. Tasso, 7/8 a Firenze.

Con il seguente orario:

tutti i giorni dalle 15.30 alle 18.30 

Dom. 13 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30

Dom. 20 dalle 10.00 alle 12.30

 

L'inaugurazione sarà sabato 12 novembre 2016 dalle ore 16.30.

 

Riconoscimento FIAF M112/2016  

"Firenze stanotte sei bella in un manto di stelle...

...sull'Arno d'argento si specchia un firmamento..."

 

Espongono

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

I Soci del logo GFiG:

  • Gianfranco Bacci;
  • Luca Bartolucci;
  • Sergio Cipriani;
  • Maurizio Fanciullacci;
  • Sandra Giachi;
  • Renzo Giorgetti;
  • Giuseppe Guarino;
  • Dino Guerrini;
  • Stefania Seroni;
  • Giovanni Turchi;
  • Paolo Ugolini;
  • Leonardo Zuccagnoli;

 

  

Locandina

  

LOCANDINA GF GRILLO ALLUVIONE

 

Presentazione

 

“Firenze stanotte sei bella in un manto di stelle…

…SULL’ARNO D’ARGENTO SI SPECCHIA UN FIRMAMENTO,

MENTRE UN SOSPIRO E UN CANTO PERDE LONTAN.

DORME FIRENZE SOTTO IL RAGGIO DELLA LUNA

MA DIETRO AD UN BALCONE VEGLI UNA MADONNA BRUNA

SOPRA I LUNGARNI SENTI UN’ARMONIA D’AMORE

SOSPIRANO GLI AMANTI STRETTI, STRETTI CUORE A CUORE…”

Questi versi della canzone del 1939 “FIRENZE STANOTTE SEI BELLA IN UN MANTO DI STELLE” cantata da Odoardo Spadaro, dicono molto del legame di amore tra Firenze ed il suo fiume, ma non raccontano tutto.

A cominciare dal 1100 sono state 56 le alluvioni documentate da scrittori, storici e testimoni del tempo. Viene considerata tragica quella del 1333, l’acqua, benché meno abbondante di quella del 1966, distrusse tutti i ponti tra cui anche Ponte Vecchio, ricostruito dodici anni dopo ed è quello che conosciamo ed è giunto a noi oggi. Se ne contano altre tre catastrofiche, oltre a quella del 4 novembre 1966: l’esondazione del 13 settembre 1557 e quella drammatica e spaventosa del 3 novembre 1844. L’allora Granduca Leopoldo II si impegnò personalmente nelle operazioni di aiuto e Palazzo Pitti diventò per alcuni giorni un ricovero per gli alluvionati. Firenze era irriconoscibile, acqua e fango ovunque, uno spettacolo di tristezza e desolazione.

Nonostante questi eventi, la città è nata e si sviluppa in perfetta simbiosi con il suo fiume, un unicum di bellezza ed arte che rendono Firenze, culla dell’umanesimo e della civiltà rinascimentale, un monumento esclusivo ed una perla nel panorama mondiale.

Presentiamo questa mostra sul fiume, inteso some soggetto vivo che continua a scorrere, ora pacatamente, ora segretamente oppure minacciosamente ma che sicuramente vi si amalgamano storie auliche e quotidiane. Le immagini dalla composizione classica del reportage e dai colori pastello, intensi e luminosi raccontano di molteplici attività (sportive, culturali, commerciali, etc.) che avvengono lungo il corso del fiume, di sguardi ed attimi di vita quotidiana e del legame tra la città ed i suoi cittadini, per concludere si deve continuare a mantenere ed avere il dialogo con il nostro fiume.

Sergio Cipriani

Presidente Gruppo Fotografico Il Grillo

 

 

 

 

Ringraziamenti

I Soci del logo GFiGRINGRAZIANO :

 

Ringraziamenti

Percorso mostra

Percorso mostra

 

 

Questo sito non è una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato periodicamente.
Pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07-03-2001

Tutto il materiale in questo sito è di proprietà degli autori.
Le immagini non possono essere usate senza permesso.

Copyright © 1997-2016 Gruppo Fotografico "Il Grillo". Tutti i diritti riservati.